SONO UN CANE MICA UN CRETINO!!!!!

Ah…che soddisfazione!!

Finalmente campagna, grano, campi su cui sbizzarrirmi ad allenare il mio rinomato fiuto!!!

Ora si, che si inizia a ragionare….

Quest’estate i miei trofei ammontano a:

Lucertola, fiutate e scovate: 34
Lucertola, prese: 0
Lucertola, coda: 1 (don’t panic: ricresce)

Fagianella, fiutate e scovate: 3
Fagianella, prese: 0 (ma ho abbaiato un sacco, mammina era fiera di me!)

Anatra selvatica, fiutate e scovate: 2
Anatra selvatica, prese: 0 (come sopra)

Mosche e zanzare, prese al volo: 72
Mosche e zanzare, mancate: 3

Grilli e cavallette: ecchevelodicoafare…ho perso il conto!! 🙂

Pelle di serpente: 1 (più un’altra cosa ma non la scrivo perché mammina si schifa!)

Cerbiatto, che zampettava nel campo: 1
Cerbiatto, secondo voi me ne sono accorto che c’era?: 0 (quello di cui sopra….si va be’, devo affinare la tecnica)

Istrice, aculei: 5
Istrice, orme: un bel po’
Istrice, fiutato: 0 🙁

Cinghiale, fiutato: 1
Cinghiale, scovato e rincorso: 0 …. sono un cane, mica un cretino!!!!! Provateci voi a stanare un cinghiale!!!

Autoritratto a … caccia

SI….VIAGGIARE…

Una mattina, che potrebbe essere una mattina qualunque, ti svegli e vedi…. vestiti piegati sul tavolo

Mammina che mette in ordine? Ahahahaha ma va’ là!
Mammina che stira? Impossibile!

Scartate queste due ipotesi (ahahaha), a me, che – modestamente, a detta di molti tutti- sono un cucciolo piuttosto scaltro, inizia a sorgere un delizioso dubbio…

Una mattina, che potrebbe essere una mattina qualunque, ti svegli e vedi…. valigie in salotto…
eppoi sacchetti, sacchettini, ciabatte, calzini, scarpe, caricatori di telefonini, aifon, tablet, piccì, navigatore, macchina fotografica, compatta, alabarda spaziale, lame rotanti ecchessiamo la NASA????

Visto che papino non è un pilota (della NASA) e mammina manco per dirlo, il delizioso dubbio di cui sopra mi fa agitare di gioia..

E, al culmine dello scodinzolìo….le vedo lì: le mie ciotole! La mia copertina! I miei ossi!!!!

Adesso sono sicuro:

SI PARTEEEEEEEE!!!!!!!!!!
Autoritratto veramente difficile….

SONO TORNATO!!!!! (SPERO)

Finalmente, dopo oltre un (lungo) anno di assenza dal blog, mi rimetto a scrivere…

Speriamo di mantenere la costanza…mah..

Quante cose sono successe in questo anno!:

Innanzi tutto ho compiuto 2 dico 2 anni! E quindi? Direte voi…. Quindi sono diventato un bell’adolescente peloso! Avete mai provato a vivere con un adolescente peloso, e per giunta a 4 zampe? Chiedetelo a mammina! Io mi diverto un sacco… Hihihihihi

Per prima cosa, tutte le femminucce del Parchetto mi adorano!’ (Paco, non esagerare!)
‘uff…. Per prima cosa, sto simpatico a tutte le femminucce del parco’ (Paco…)
‘uff, ancora! Va be’, a qualcuna sto simpatico e a qualcuna no, eqquante storie!’

Poi ho imparato a camminare sulle zampe davanti... lo so che non ci crede nessuno ma ho dei testimoni 😉

Poi ancora ho preso il brevetto di ‘fiutatore ufficiale di gatti del parchetto’.. ma questa è un’altra storia….

Ho fatto un sacco di viaggi in macchina, ho corso in tantissimi campi….dai che riprendo a raccontare!!!!!!!!

SULLE API, SUI FIORI E SU…ERCOLINO!

Esterni, ore 13.15: al parchetto

Pina: ciao Paco
Paco: ciao bellezza
Ercolino: ciao a tutti!!!
Paco: ssssttt!! zitto Ercolino!
Ercolino: uff..tanto non mi vedono…
Pina: dai Paco, giochiamo? Rincorrimi!!
Paco: si, si, eccomi! Scappa scappa che ti prendo!!
Pina: corri, corri!
Paco: ti ho presa, ti ho presa! 

Ercolino: Paco..
Paco: uff, Ercolino, cosa c’è? Lasciami giocare in pace…
Ercolino: no…è che…ho capito
Paco: cosa?
Ercolino: la storia delle api e dei fiori…
Paco: …
Ercolino: Massì!! Tu sei il fiore e la Pina è l’ape…anzi no!! Aspetta!!! Ci sono!… Tu sei l’ape e la Pina è il fiore
Paco: Grazie Ercolino, adesso sì che ho le idee chiare (Hmpf)…. Giochiamo con la Pina, và…

VOGLIO ANDARE A VIVERE IN CAMPAGNA

Vi faccio una domanda.
Potete scegliere tra:
alzarsi tutte le mattine e attraversare strade trafficate per arrivare al parco (sulle strisce, ovviamente), fare la ginkana tra i rifiuti dei cestini, raccogliere i petali caduti dai vasi sui davanzali, respirare smog e rotolarsi sul cemento
e
svegliarsi, uscire correre tra i vigneti, inseguire le lepri, mangiare l’uva direttamente dai filari, assaggiare le susine mature cadute dagli alberi, fare la siesta nei prati, ascoltare il silenzio, rotolarsi nella terra, correre nei campi.

Voi cosa scegliete?
La domanda non è banale
E la risposta neanche, visto che adesso sono di nuovo qui….