SOS PACO: AIUTO…ARRIVANO I BOTTI!!!!

A cura di Elena Vizzone
Educatore cinofilo – Naturopata
Contatti: benessere.animale@gmail.com

Siamo a dicembre e si respira ormai l’aria dei festeggiamenti natalizi.
Molto prima della fine dell’anno cominciano le prove dei botti a cui seguirà durante la notte di Capodanno il fragoroso spettacolo pirotecnico dei fuochi d’artificio.
Chissà quante domande si faranno i nostri animali su cosa sta succedendo la sera del 31 Dicembre … Forse alcuni penseranno ci sia una super battuta di caccia, ma tutti gli altri? 

Ognuno di loro, in base alle proprie conoscenze, esperienze e personalità, interpreterà ed affronterà l’avvenimento in modo diverso. Certo difficilmente essi potranno capire che si tratta di un festeggiamento!!
I botti di fine anno, dunque, costituiscono per molti animali un evento terrificante che produce forte stress e spavento, in quanto l’episodio, intenso e sporadico, non consente loro di abituarsi.
Per giunta i nostri beniamini sono molto sensibili ai rumori perché hanno capacità uditive assai più sviluppate di quella umana. 
Noi abbiamo un udito con una percezione compresa tra gli infrasuoni ( intorno ai 15 hertz ) e gli ultrasuoni ( sopra i 15.000 hertz ); il cane, invece, capta segnali acustici fino a circa 60.000 hertz ed il gatto fino a 70.000 hertz.
Se i nostri animali sono timorosi già nel quotidiano o se hanno evidente paura degli scoppi e rumori improvvisi, evitiamo di lasciarli da soli; la nostra presenza in casa, oltre a garantire la loro incolumità, avrà su di loro un effetto rassicurante e di contenimento.
Quando si spaventano alcuni cani e gatti cercano di nascondersi in posti molto angusti rimanendo immobili; altri, invece, tentano di scappare per allontanarsi dalla fonte del rumore e, nel farlo, possono anche arrivare a ferirsi gravemente.
 

Chi possiede animali di questo tipo non deve sottovalutare la situazione ponendo attenzione alla loro gestione. 
Soprattutto se si tratta di gatti, è meglio chiuderli in luoghi per loro rassicuranti ( garage, bagno, ecc..), possibilmente sbarrando le finestre in modo che anche i bagliori, oltre ai rumori, siano attutiti; in particolare con i cani è opportuno comportarsi in modo del tutto normale senza cercare di rassicurare ed accarezzare eccessivamente l’animale se questo mostra paura; se il cane percepisce la presenza del proprietario sereno, accogliente e calmo è probabile che di conseguenza diminuisca la sua preoccupazione. 
Se gli animali spontaneamente si nascondono, eventualmente anche tremando, si deve lasciarli tranquilli senza cercare a tutti i costi di interagire con loro, stando serenamente lì con loro. Se si tratta di cani che normalmente dormono all’aperto, è bene ospitarli in garage o in casa per quella notte.
Nei casi più lievi, il proprietario può anche provare a giocare in casa con il cane, in modo che la motivazione al gioco prevalga sul comportamento di paura o di fuga.
Come ausilio d’emergenza la sera stessa di Capodanno a partire da 1-2 ore prima della mezza notte possiamo somministrare all’animale Rescue Remedy  ( Clematis per la perdita di contatto con la realtà, Cherry Plum per la perdita di controllo, Star of Bethlehem per lo shock, Rock Rose per il terrore, Impatiens per l’agitazione ), dando, se possibile direttamente in bocca o sul pelo delle zampe,  3-4 gocce ogni 5-15 min fino al miglioramento del suo stato d’animo.
Inoltre a partire già da ora ( circa un mese prima dell’evento ) fino anche dopo Capodanno, se necessario, possiamo farci preparare una miscela di Fiori di Bach che agiscano nello specifico sulle paure del singolo soggetto e sulle sue caratteristiche  psico-emotive.
A titolo puramente descrittivo vi cito brevemente alcuni rimedi utili per questa occasione, ma la scelta del singolo fiore o della composizione va elaborata cogliendo tutte le sfumature dell’animo del nostro compagno peloso.

Mimulus  agisce sulle paure concrete, proprio come quella per botti e rumori improvvisi; per soggetti che manifestano tremori, turbati dagli odori forti..
Aspen  è indicato per i soggetti timorosi  ed ipersensibili che hanno paure indefinite ed inspiegabili, che non riescono a stare da soli e vivono uno stato di costante disagio e tensione che può essere aggravato da episodi specifici.
Walnut  è utile per il disorientamento e come protezione dalle influenze esterne; efficace in caso di aumento di stress e fragilità interiore dovuti a cambiamenti.
Star of Bethlehem  agisce su soggetti con instabilità emotiva diventati tristi ed apatici a causa di un vecchio trauma non elaborato.

SOS PACO

Rimedi, suggerimenti, consigli, approfondimenti e curiosità.
Una nuova sezione per aiutare tutte le mammine (e i papini) che vogliono una marcia in più per con-vivere con noi quattrozampe pelosi.

Un grazie a Elena, la mia maestra (che mi fa divertire un sacco con i suoi giochini!!!), prezioso aiuto per la nuova sezione SOS Paco!!!

La mia maestra…in 4 fiutate:
Elena, nata e cresciuta in mezzo agli animali, è un’ educatrice cinofila e naturopata.
Integrando diverse competenze  si occupa con passione del benessere psicofisico dei nostri amici pelosi, aiutandoci a stabilire un armonico ed equilibrato rapporto con loro, basato sull’amore, il rispetto e la comprensione reciproca.


Per contattarla scrivete a benessere.animale@gmail.com e… dite che vi manda Paco!!!!