VOGLIO ANDARE A VIVERE IN CAMPAGNA

Vi faccio una domanda.
Potete scegliere tra:
alzarsi tutte le mattine e attraversare strade trafficate per arrivare al parco (sulle strisce, ovviamente), fare la ginkana tra i rifiuti dei cestini, raccogliere i petali caduti dai vasi sui davanzali, respirare smog e rotolarsi sul cemento
e
svegliarsi, uscire correre tra i vigneti, inseguire le lepri, mangiare l’uva direttamente dai filari, assaggiare le susine mature cadute dagli alberi, fare la siesta nei prati, ascoltare il silenzio, rotolarsi nella terra, correre nei campi.

Voi cosa scegliete?
La domanda non è banale
E la risposta neanche, visto che adesso sono di nuovo qui….