BUON ANNO!!!

Quelli che a capodanno fanno i buoni propositi per l’anno nuovo, oh yes!
Quelli che quest’anno mi metto a dieta: solo croccantini integrali, oh yes!
Quelli che io non ho paura dei botti, oh yes!
Quelli che…i botti? Pauraaaa, oh yes!
Quelli che l’anno prossimo sia migliore di quest’anno, oh yes!
Quelli che meno male che quest’anno è finito, oh yes!
Quelli che si fanno gli auguri, amore amore, bacio bacio, annusata e leccatina e poi svoltano l’angolo e si ringhiano dietro, oh yes!
Quelli che anno nuovo, vita nuova, oh yes!
Quelli che anche a capodanno, sole, caldo, pioggia, freddo, neve, buio pesto sono sempre lì, al parchetto a giocare, oh yes!

Per tutti quelli li, e soprattutto per Ercolino, Orazio (mammina non piangere), Oliver, Penny, Ray, Jack, Lapo, Raoul, Birba, Ugo&Gino, Cindy, la “mia” Pina, Camilla, Dharma, Yuma, Lulu, Brick, Akita, Monet&Enya, Pinocchio, Kimba, Joe, Chucky, Memole, Magoo, Dodò&Kimba, Margot&Jack, per Mambo&Groupie, Spyke e tutti i miei lettori del blog… e per le loro mammine e papini ovviamente…
per Emma, Yoel, Nicola ed Erika, per Margherita che voleva pestarmi la coda ma diventeremo amiconi (largo ai giovani, anche se bipedi!!!)

l’augurio di un nuovo anno ricco di 
ossi, biscottini, fegatini, legnetti, buche da scavare 
e tante tante corse nei prati!!!
BUON ANNO!!!!

L’AMMORE NON VA IN VACANZA…

E anche questa mini-vacanza è finita…
Noooooooooooooooooooooo dice la mia mammina
Noooooooooooooooooooooo direte voi..

Evvivaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa dico io

Certo, perchè quando non è vacanza, al parco c’è la mia amichetta preferita.
Eh si..il suo “papino” lavora qui vicino e lei viene al “mio” parchetto con la dog-sitter

Come chi è “lei“?

Ma la Pina, no?
Ma sì che ve ne ho già parlato…

Quella bella labradorina (labradorona) che mi fa girare la testa, che incontro al parco all’uscitina del pranzo..

E’ con lei che ho imparato a fare i giochi da cane..quelli che lei me le dà e io le prendo.. (ma solo perchè  sono un gentilcane e la faccio vincere, mica perchè è grossa il doppio di me)
è con lei che ho apprezzato le gioie delle pozzanghere e del fango spalmato sul pelo
l’odore intenso della terra bagnata quando ti rotoli tra le foglie umide
e dell’erba scaldata dal sole autunnale

E’ per lei che ho conosciuto le pene struggenti dell’Ammore (quello con due m e con la A maiuscola)
ed è per lei che ho fatto le mie prime battaglie con gli altri pretendenti (Raul in primis .. il mio amico-rivale…più amico che rivale però!).

Quindi mammina, tu vai pure a lavorare, che io vado con papino ai miei incontri amorosi…
Ahuuuuuu!!!

A NATALE PUOI….

A Natale puoi fare “solo” 2 cose:

  • individuare l’anello debole della catena e attendere fiducioso sotto il tavolo che gli/le cadano “casualmente e inavvertitamente” pezzetti di scampi, tartine, salmone e capesante gratinate
  • continuare a tenere sotto controllo lo stesso anello debole della catena (si, sempre quello, perchè l’anello debole va individuato, curato e seguito senza distrarsi…) e aspettare che apra il suo regalo, si distragga un attimo e.. avventarsi con potenza distruttrice su scatola, carta e fiocchini..

Bhè, che dire…io le ho fatte entrambe!!!

I risultati? Giudicate voi!!!!

Autoritratto con regalo…..degli altri!!!

PER GIULY…

Paquito Gonzalo si chiama come me
E’ un cane scrittore, come me (mmmmm…più bravo di me!)
Viveva con una mammina e un papino, come me
Ha vissuto in Messico, è stato a New York.. (io no, ma spero di andarci..)

Paquito ha scritto un libro pieno di disegni e colori per raccontare la sua storia…

La mia amica Giulia me l’ha regalato….e mammina si è commossa (e quando mai..!!)

Grazie Giuly!!!!

PACO AVVISATO…

Interni. Notte. Buio. E’ dicembre e piove pure..

Ore 04.58
– Paco…
– Dimmi Ercolino
– Mi scappa la pipì
– Oh no.. sono le 4 di notte! Vedi di dormire.

Ore 05.37
– Paco…
– Dimmi Ercolino
– Mi scappa fortissimo
– Ercolino,  non è possibile, siamo usciti a mezzanotte ieri sera. Stai solo sognando, dai..vedi di dormire!

Ore 6.18
– Paco…
– Ancora!
– Io non ce la faccio più
– Vedi di tenertela, non posso mica portarti fuori adesso!

Ore 6.32
– Paco…
– Dai Ercolino, fai uno sforzo, che manca poco…alle 7 usciamo.

Ore 7.15
Sveglia: Driiin
– Ahuuuuuu!!!

– Mammina: Buon giorno Paco
– Papino: Ciao Paco! Dai mammina, vestiti che usciamo
– Mammina: Ma cos’ha Paco sulla spalla? E’ bagnato…
– Papino: Mah..si sarà leccato..

– Ercolino!!!! Ti sei fatto la pipì addosso!!!

METTI UNA STUFA IN CANILE…

Segnalo e condivido un appello dei miei amici di Diamoci la Zampa….

Carissimi amici,
l’ inverno è di nuovo alle porte … e con lui, soprattutto per i cani rinchiusi nei canili, anche lunghi, interminabili e freddissimi giorni … 
I quattrozampe ospitati a nostre spese presso rifugi privati in attesa di trovare una nuova famiglia sono un po’ meno sfortunati. Pur non avendo ancora il calore di una casa, hanno per lo meno quello…del riscaldamento.

Con la campagna
“metti una stufa in canile”
ci ripromettiamo di raccogliere fondi per togliere dal freddo qualche cagnolino in più.

“Metti una stufa in canile è un messaggio simbolico: si tratta di donare anche pochi € che però possono aiutarci a ritirare da canili gelidi qualche Fido (soprattutto i cuccioli e gli anzianotti) che al gelo non ce la farebbe.
Il numero telefonico per aderire alla campagna e/o richiedere informazioni è 3357223954 – 027532990 – 3392433225
Il cc postale di Diamoci La Zampa è 21287206 e quello bancario IT 64 D 03359 01600 100000000006 – pregando dispecificare causale “metti una stufa in canile” cosi da destinare i fondi a questo scopo preciso !! .
Gli anni scorsi l’appello ha avuto un generosissimo riscontro e confidiamo che ciò avvenga anche quest’anno !!!
Ringraziamo anticipatamente tutti coloro che contribuiranno, anche con una piccola offerta, a questa iniziativa e auguriamo a tutti un sereno Natale e un felice 2011 !!!!!
Il Presidente

Associazione DIAMOCI LA ZAMPA
Alba Meyer

IO, ME STESSO E… ERCOLINO!!

Mi chiama tutte le mattine all’alba perchè deve fare i suoi bisognini
e io devo andare a svegliare papino e mammina….mica può andarci da solo!

Scendiamo insieme, giochiamo al parco, dividiamo la stessa ciotola a pranzo e cena… i miei biscottini però, sono solo miei.

Ogni tanto mi saltella addosso e mi parla…io mi giro per rispondergli e…papino e mammina sono convinti che io abbia un amico immaginario….
UN AMICO IMMAGINARIO!! Ma li senti Ercolino?

– Dai Ercolino, non fare l’offeso…sono solo dei bipedi, non capiscono!
– …..
– Non è vero che non esisti.. è solo che sei piccolo…piccolissimo.
– …..
– Si, certo che continuo a portarti in con me! sei il mio pulce-veroamicoimmaginario preferito!

SOS PACO: AIUTO…ARRIVANO I BOTTI!!!!

A cura di Elena Vizzone
Educatore cinofilo – Naturopata
Contatti: benessere.animale@gmail.com

Siamo a dicembre e si respira ormai l’aria dei festeggiamenti natalizi.
Molto prima della fine dell’anno cominciano le prove dei botti a cui seguirà durante la notte di Capodanno il fragoroso spettacolo pirotecnico dei fuochi d’artificio.
Chissà quante domande si faranno i nostri animali su cosa sta succedendo la sera del 31 Dicembre … Forse alcuni penseranno ci sia una super battuta di caccia, ma tutti gli altri? 

Ognuno di loro, in base alle proprie conoscenze, esperienze e personalità, interpreterà ed affronterà l’avvenimento in modo diverso. Certo difficilmente essi potranno capire che si tratta di un festeggiamento!!
I botti di fine anno, dunque, costituiscono per molti animali un evento terrificante che produce forte stress e spavento, in quanto l’episodio, intenso e sporadico, non consente loro di abituarsi.
Per giunta i nostri beniamini sono molto sensibili ai rumori perché hanno capacità uditive assai più sviluppate di quella umana. 
Noi abbiamo un udito con una percezione compresa tra gli infrasuoni ( intorno ai 15 hertz ) e gli ultrasuoni ( sopra i 15.000 hertz ); il cane, invece, capta segnali acustici fino a circa 60.000 hertz ed il gatto fino a 70.000 hertz.
Se i nostri animali sono timorosi già nel quotidiano o se hanno evidente paura degli scoppi e rumori improvvisi, evitiamo di lasciarli da soli; la nostra presenza in casa, oltre a garantire la loro incolumità, avrà su di loro un effetto rassicurante e di contenimento.
Quando si spaventano alcuni cani e gatti cercano di nascondersi in posti molto angusti rimanendo immobili; altri, invece, tentano di scappare per allontanarsi dalla fonte del rumore e, nel farlo, possono anche arrivare a ferirsi gravemente.
 

Chi possiede animali di questo tipo non deve sottovalutare la situazione ponendo attenzione alla loro gestione. 
Soprattutto se si tratta di gatti, è meglio chiuderli in luoghi per loro rassicuranti ( garage, bagno, ecc..), possibilmente sbarrando le finestre in modo che anche i bagliori, oltre ai rumori, siano attutiti; in particolare con i cani è opportuno comportarsi in modo del tutto normale senza cercare di rassicurare ed accarezzare eccessivamente l’animale se questo mostra paura; se il cane percepisce la presenza del proprietario sereno, accogliente e calmo è probabile che di conseguenza diminuisca la sua preoccupazione. 
Se gli animali spontaneamente si nascondono, eventualmente anche tremando, si deve lasciarli tranquilli senza cercare a tutti i costi di interagire con loro, stando serenamente lì con loro. Se si tratta di cani che normalmente dormono all’aperto, è bene ospitarli in garage o in casa per quella notte.
Nei casi più lievi, il proprietario può anche provare a giocare in casa con il cane, in modo che la motivazione al gioco prevalga sul comportamento di paura o di fuga.
Come ausilio d’emergenza la sera stessa di Capodanno a partire da 1-2 ore prima della mezza notte possiamo somministrare all’animale Rescue Remedy  ( Clematis per la perdita di contatto con la realtà, Cherry Plum per la perdita di controllo, Star of Bethlehem per lo shock, Rock Rose per il terrore, Impatiens per l’agitazione ), dando, se possibile direttamente in bocca o sul pelo delle zampe,  3-4 gocce ogni 5-15 min fino al miglioramento del suo stato d’animo.
Inoltre a partire già da ora ( circa un mese prima dell’evento ) fino anche dopo Capodanno, se necessario, possiamo farci preparare una miscela di Fiori di Bach che agiscano nello specifico sulle paure del singolo soggetto e sulle sue caratteristiche  psico-emotive.
A titolo puramente descrittivo vi cito brevemente alcuni rimedi utili per questa occasione, ma la scelta del singolo fiore o della composizione va elaborata cogliendo tutte le sfumature dell’animo del nostro compagno peloso.

Mimulus  agisce sulle paure concrete, proprio come quella per botti e rumori improvvisi; per soggetti che manifestano tremori, turbati dagli odori forti..
Aspen  è indicato per i soggetti timorosi  ed ipersensibili che hanno paure indefinite ed inspiegabili, che non riescono a stare da soli e vivono uno stato di costante disagio e tensione che può essere aggravato da episodi specifici.
Walnut  è utile per il disorientamento e come protezione dalle influenze esterne; efficace in caso di aumento di stress e fragilità interiore dovuti a cambiamenti.
Star of Bethlehem  agisce su soggetti con instabilità emotiva diventati tristi ed apatici a causa di un vecchio trauma non elaborato.

SOS PACO

Rimedi, suggerimenti, consigli, approfondimenti e curiosità.
Una nuova sezione per aiutare tutte le mammine (e i papini) che vogliono una marcia in più per con-vivere con noi quattrozampe pelosi.

Un grazie a Elena, la mia maestra (che mi fa divertire un sacco con i suoi giochini!!!), prezioso aiuto per la nuova sezione SOS Paco!!!

La mia maestra…in 4 fiutate:
Elena, nata e cresciuta in mezzo agli animali, è un’ educatrice cinofila e naturopata.
Integrando diverse competenze  si occupa con passione del benessere psicofisico dei nostri amici pelosi, aiutandoci a stabilire un armonico ed equilibrato rapporto con loro, basato sull’amore, il rispetto e la comprensione reciproca.


Per contattarla scrivete a benessere.animale@gmail.com e… dite che vi manda Paco!!!!

LIBRI DA PACO: GIOCA CON IL TUO CANE

Io gioco,
tu giochi,
egli gioca…
tutti giochiamo!!!

Spunti e suggerimento per inventarsi nuovi giochi da fare a 6 zampe..e anche di più!
Giochi da fare in casa, all’aperto, in famiglia, con i bambini, giochi di fiuto e attivazione mentale… e l’elenco continua!

Ogni gioco è spiegato dall’autore: cosa serve, come farlo, con chi e perchè.
Peccato che manchi il gioco del lettone..
Non lo conoscete?
Semplicissimo: mammina e papino vanno in salotto e io, quatto quatto senza farmi vedere, mi spalmo sul lettone.  Provatelo..è un gioco bellissimo!!!!

Mi è piaciuto perchè: al gioco non c’è mai fine!!

Gioca con il tuo cane su Amazon.it

Dalla quarta di copertina:
Qual è il cane più adatto alle nostre esigenze e abitudini di vita? Come addestrare un cucciolo perché diventi presto un animale educato e obbediente? Come giocare con il nostro cane, facendolo divertire e aiutandolo a sviluppare le sue capacità? Questo manuale illustrato, ricco di consigli e suggerimenti pratici, risponde a queste e ad altre domande. Un repertorio illustrato che presenta aspetto, attitudini e particolarità insolite di oltre 100 razze, un metodo rapido ed efficace per addestrare un cucciolo, un manuale con oltre 75 giochi ed esercizi per mantenere il proprio cane sempre in forma, migliorando nello stesso tempo il legame di amicizia e fiducia. 

Autore: David Sands
Brossura: 102 pagine
Editore: De Agostini (16 settembre 2010)
ISBN-10: 8841862807